21/03/2021

"Verde di mare", del ciclo webinar "Siamo in Onda"

Premessa

Sano, resistente, sicuro, utilizzato in modo sostenibile, prevedibile e “trasparente”: così dovrebbe essere l’oceano (e la nostra interazione con lui) di qui ai prossimi 10 anni affinché possa continuare a fornire i servizi essenziali alla nostra stessa sopravvivenza sul Pianeta. E questi sono gli obiettivi che si sono poste le Nazioni Unite del dedicare il Decennio 2021-2030 proprio alle Scienze del Mare per lo Sviluppo Sostenibile.

 

Ma qual è oggi lo stato del nostro mare? E cosa si sta facendo a livello globale, mediterraneo e adriatico per studiarne e conoscerne meglio gli equilibri e le pressioni a cui lo stiamo sottoponendo, per ridurre le fonti di inquinamento e proteggere gli ecosistemi marini, ma anche per continuare a garantirci quel flusso di beni e servizi che gli oceani producono quotidianamente e da cui tutti noi dipendiamo?

 

A queste domande cercheremo di dare una risposta insieme ad alcuni dei massimi esperti a livello nazionale e locale, spaziando dalla biologia all’ecologia, dalla fisica all’oceanografia, nel corso di 4 webinar organizzati da WWF Area Marina Protetta di Miramare e Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale - OGS. Il ciclo di incontri darà ufficialmente il via ad un programma congiunto elaborato dai due enti che a partire dal 2021 e per l’intero decennio degli oceani farà di Trieste un importante centro di promozione della conoscenza, di divulgazione e sensibilizzazione sul mare e gli oceani.

Il Webinar

“Verde di mare” è il titolo del secondo appuntamento di “Siamo in onda” in programma per il 21 marzo, in occasione della Giornata mondiale delle foreste. Si parlerà del ruolo delle foreste marine e dei progetti per preservarle e ripristinarle nel Golfo di Trieste.

 

È risaputo che le foreste forniscano servizi essenziali alla vita perché sostengono una ricchissima biodiversità, garantiscono la protezione del suolo, la qualità dell'aria e delle acque e mitigano gli effetti dei cambiamenti climatici assorbendo grandissime quantità di carbonio prodotte dalle attività umane. Tuttavia, molti non sanno che questo ruolo è svolto anche dalle foreste e dalle praterie marine, importantissime per il funzionamento degli ecosistemi perché creano habitat e nursery per tantissime specie, anche di interesse commerciale, contribuiscono alla produzione di ossigeno, allo stoccaggio del carbonio e alla stabilizzazione dei fondali. Ma i cambiamenti climatici, l’inquinamento e altri fattori umani ne stanno causando una forte regressione, tanto da richiedere progetti di “restauro marino”.

 

Ne parleremo con 3 esperti, moderati dal direttore generale di OGS, Paola Del Negro
 

  • Maria Cristina Gambi, prima ricercatrice della Stazione Zoologica Anton Dohrn che illustrerà i servizi ecosistemici forniti da foreste e praterie marine, con ;
  • Annalisa Falace, docente di ecofisiologia delle macroalghe marine presso il Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Trieste con un intervento sui progetti di monitoraggio, conservazione e ripristino ambientale di foreste e praterie marine condotti anche nel Golfo di Trieste nell’ambito di iniziative internazionale come RocPopLife, 
  • Antonio Terlizzi, docente di zoologia e biologia marina all’Università di Trieste, che si soffermerà sulle ricche comunità biologiche che proliferano tra le praterie e le foreste marine, habitat fondamentali anche per supportare la produttività ittica dei nostri mari. 

 

Il webinar sarà trasmesso alle 17.30 su Zoom e in diretta Facebook sulle pagine dell’Area Marina Protetta di Miramare e di OGS.  

Il programma del 21 marzo

Ore 17.30
Introduzione e saluti
Paola Del Negro, direttore generale OGS

 

Ore 17.45
“I servizi ecosistemici delle foreste e praterie marine”.
Maria Cristina Gambi, prima ricercatrice della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli

 

Ore 18.00
“Giardinieri del mare: progetti di restoration nel Golfo di Trieste”
Annalisa Falace, docente di ecofisiologia delle macroalghe marine presso il Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Trieste

 

Ore 18.15
“La comunità ittica nelle foreste e praterie marine”
Antonio Terlizzi, docente di zoologia e biologia marina presso il Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Trieste

 

Ore 18.30
Domande e conclusioni

I prossimi incontri


•    22 aprile “Pianeta oceano” - in occasione della Giornata mondiale della Terra 
•    22 maggio “Animali con la valigia” - in occasione della Giornata mondiale della biodiversità 

 

Per rendere gli interventi degli esperti meno ostici, i 4 webinar saranno sintetizzati e illustrati da Jacopo Sacquegno, un “visual thinker”, che seguirà in diretta gli interventi, condividendo dei veri e propri riassunti visuali di forte impatto visivo, che aiuteranno a cogliere sensi e significati descritti dalle parole dei relatori.

I webinar sono realizzati nell’ambito del progetto “Diverso – Divulgazione e ricerca per un futuro sostenibile” finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. 

Ti sei perso "Verde di mare"? Abbiamo la registrazione!